Procedura per diventare giudici AIA

 Per informazioni giudici e regolamenti scrivere a:
aiagiudici@assagility.com

PROCEDURA PER DIVENTARE GIUDICE AIA

PROCEDURA AIA-giudici agility

Premessa

L’AIA ritenendo che la formazione necessaria per diventare un buon Giudice di Agility passa sia attraverso la conoscenza tecnica della materia ma anche e soprattutto la sua applicazione pratica, ha deciso di suddividere in varie fasi e conseguenti titoli abilitativi il percorso formativo.

A tal proposito il presente protocollo sancisce le regole per essere riconosciuto:

GIUDICE D’AGILITY in APPRENDISTATO
GIUDICE D’AGILITY
GIUDICE FORMATORE di GIUDICE D’AGILITY

GIUDICE D’AGILITY in APPRENDISTATO

Sono Giudici di agility in APPRENDISTATO tutti coloro che sono iscritti e hanno terminato il corso TEORICO e non hanno ancora avuto l’Abilitazione.

L’istruttore in APPRENDISTATO dovrà affiancare per 5 gare (documentate) un Giudice Formatore per poter avere l’abilitazione.

Una volta raggiunti i 5 affiancamenti, il GIUDICE D’AGILITY in APPRENDISTATO può essere abilitato su parere favorevole e relazione scritta del Giudice Formatore che lo ha affiancato o eventualmente continuare con altri affiancamenti la sua preparazione se quest’ultimo lo decide.

GIUDICE D’AGILITY

Corsi Teorici: requisti per la partecipazione

  1. I Corsi teorici possono essere istituiti solamente dal Comitato Giudici nei modi e tempi a loro consoni.
  2. I corsi teorici possono essere tenuti solo dai Giudici Formatori

Sbarramento:

Per accedere ai corsi è comunque obbligatorio :

  1. avere superato il 21° anno di età;
  2. avere acquisito un’alta esperienza nel campo dell’Agility dimostrata dai risultati ottenuti in competizioni sportive, ovvero aver portato un cane con tutti i risultati necessari fino al livello Champion Aia (o terzo brevetto Fci).
  3. firmare un autocertificazione fornita dall’A.I.A. (autocertificazione carichi pendenti) che garantisce di non avere carichi pendenti sulla propria persona. Tale requisito potrà essere successivamente verificato su richiesta del Consiglio Direttivo Nazionale

La logistica del corso è a cura del Comitato Giudici Aia organizzatore e può comprendere:

– location interna/esterna
– alloggi
– pranzi/cene
– proiettore/audio/video/ecc
– organizzare la gestione dei docenti e/o istruttori formatori – è facoltà dell’organizzazione chiamarne uno o più.

Durata di minimo 1 week end (anche lunghi ven/sab/dom) a seconda del numero di formatori:

minimo 16 ore con frequenza obbligatoria (registro delle firme) nessuna assenza ammessa.

Argomenti trattati:

1) Regolamenti
2) Il gioco come esperienza: l’importanza delle regole
3) Principi generali sulla funzione del giudice
4) Compiti del giudice
5) Principi generali sulla creazione del percorso di gara
6) Test di disegno a mano libera
7) Uso del disegno digitale
8) L’ADS per la valutazione delle difficoltà

Costo:

il costo è a discrezione del Comitato Giudici Aia organizzatore come rimborso spese ai Formatori

– All’AIA Nazionale spettano come contributo 20 € ad iscritto.

Attestato:
l’attestato di “GIUDICE D’AGILITY” (obbligatorio per il riconoscimento nazionale) è rilascito da AIA al supermento dell’Abilitazione, comprende: rilascio ufficiale del Diploma Nazionale, l’inserimento nelle liste ufficiali dei Giudici di Agility.

Esame:
– al termine di ogni corso teorico pratico il candidato dovrà comunque superare un Test On-Line predisposto da AIA ; potranno accedere al test chi ha frequentato il corso riconosciuto da AIA e ottenuto parere favorevole dal Giudice Formatore Responsabile.

Superato positivamente l’esame (che deve essere ratificato dal Consiglio Direttivo Aia) si riconosce la figura di:

GIUDICE D’AGILITY

con rilascio ufficiale del Diploma Nazionale e tesserino tecnico.

Chi, avendo i requisiti sopradescritti, volesse intraprendere la procedura formativa per la nomina a Giudice occorre che presenti domanda indirizzata all’A.I.A. (aiagiudici@assagility.com) compilando il seguente modulo: Mod 06.01 – Richiesta giudice AIA (scaricabile QUI)

GIUDICE FORMATORE DI GIUDICI D’AGILITY

Questo titolo viene assegnato dal CTN dei Giudici di Agility AIA e ratificato dal Consiglio Direttivo Nazionale su presentazione di Curriculum che dovrà contenere almeno i seguenti requisiti:

– devono essere passati 4 anni dall’inizio del percorso di formazione
– aver giudicato almeno DIECI prove A.I.A (non in assistentato)
– aver partecipato con esito favorevole un corso di qualificazione teorico-pratico specifico organizzato dall’AIA
– aver giudicato almeno una gara di agility-dog con minimo 100 binomi.

Costo:

alla presentazione della domanda

– All’AIA come contributo spese vanno versate 50 €

Se il candidato verrà ritenuto idoneo gli verrà rilasciata la qualifica di:

TECNICO FORMATORE di GIUDICE D’AGILITY

Attestato:

l’attestato di “GIUDICE D’AGILITY FORMATORE” ” (obbligatorio per il riconoscimento nazionale) è rilascito da AIA, comprende: rilascio ufficiale del Diploma Nazionale, l’inserimento nelle liste ufficiali degli istruttori di Agility, tesserino tecnico.

Chi, avendo i requisiti sopradescritti, volesse intraprendere la procedura per la nomina a Giudice Formatore occorre che presenti domanda indirizzata all’A.I.A. (aiagiudici@assagility.com) compilando il seguente modulo: Mod 06.02 – Richiesta giudice formatore AIA (scaricabile QUI)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...